venerdì 28 novembre 2014

Faraona con pancetta di Cinta Senese e patate dolci / Guinea fowl with tuscan bacon of Cinta Senese and sweet potatoes

Vorrei proporvi un piatto gustoso, invitante e prettamente domenicale, ma ottimo anche per le festività: la mia faraona con le patate dolci.
Ma la golosità di questa ricetta sta soprattutto nell'uso della magnifica Pancetta di Cinta Senese DOP, un prodotto toscano, molto ricercato, ricavato appunto dai suini di Cinta Senese, che ha un gusto sapido ma delicato; durante la produzione, la materia prima passa alla fase della salagione, mediante spezie, aromi naturali e sale. 
Io ho potuto degustare la Pancetta di Cinta Senese DOP della Fattoria S. Michele a Torri, davvero
eccezionale, accompagnando questa pietanza con l'ottimo Chianti Colli Fiorentini DOCG S.Michele a Torri, un vino dall'aroma intenso e persistente con sentori fruttati e sfumature floreali, con un gusto morbido.
Si tratta di un vino adatto a diversi piatti e, come in questo caso, particolarmente con secondi di carne bianca arrosto.
Ed ora veniamo alla ricetta!

Ingredienti (per 4 persone):
circa 800 gr di faraona allevata all'aperto, possibilmente già porzionata
150 gr di Pancetta di Cinta Senese DOP Fattoria S. Michele a Torri
4 patate medie a pasta gialla bio 
2 patate dolci medie bio
Insaporitore Ariosto per Carni Arrosto e ai Ferri q.b.
1 fesa d'aglio
1 cucchiaino di Doppio Concentrato di Pomodoro Mutti
curry q.b.
olio evo bio q.b.
Lavorazione:
In un'ampia casseruola in terracotta (io Colì), nell'olio extravergine di oliva far soffriggere a fuoco vivo, l'aglio, la pancetta fatta a cubetti, il doppio concentrato di pomodoro e, subito dopo, la faraona.
Sfumare con un pochino di aceto di mele bio e lasciar cuocere con il coperchio, abbassando a fiamma moderata.
Nel frattempo, pelare e ridurre in pezzi tutte le patate; quando la carne inizia ad ammorbidirsi, aggiungere le patate e togliere l'aglio.
A metà cottura, spolverizzare con l'insaporitore e il curry.
Far cuocere, in totale, circa una mezz'oretta.
Et voilà!

Nella preparazione di questa ricetta, ho utilizzato le splendide Maioliche e Terracotte Colì, realizzate con l'argilla di Cutrofiano, nel cuore della penisola salentina.
La lavorazione di questo materiale, è una delle tradizioni artigianali più importanti di questa terra ricca di storia e cultura.
La Colì è sempre attentissima alle richieste dei clienti e per questo motivo, è in grado di realizzare ceramiche e maioliche seguendo richieste specifiche.
Sono opere davvero eccezionali!
ENGLISH VERSION
Guinea fowl with tuscan bacon of Cinta Senese and sweet potatoes 

Ingredients (serves 4):
800 grams of guinea fowl reared outdoors, possibly already portioned
150 grams of bacon Cinta Senese DOP Farm S. Michele a Torri
4 medium potatoes, organic yellow flesh
2 medium organic sweet potatoes
Ariosto Seasoning for Beef Roast and Grilled to taste
1 breast of garlic
1 teaspoon Double Tomato Concentrate Mutti
Curry q.s.
Organic extra virgin olive oil q.s.
Processing:
In a large saucepan terracotta (I Colì) in virgin olive oil, fry over high heat, garlic, bacon made into cubes, double tomato paste and, soon after, the guinea fowl.
Sprinkle with a little bit of apple cider vinegar and cook bio with the cover, lowering a medium flame.
Meanwhile, peel and cut in pieces all the potatoes; when the meat begins to soften, add the potatoes and remove the garlic.
Halfway through cooking, sprinkle with seasonings and curry.
Cook, in total, about half an hour.
Et voila!
In the preparation of this recipe, I used the beautiful Majolica and Terracotta Colì, made from the clay of Cutrofiano, in the heart of the Salento peninsula.
The processing of this material, is one of the most important craft traditions of this land rich in history and culture.
The Colì is always attentive to customer requests and for this reason, it is able to realize ceramics and majolica following specific requests.
These works are really great!


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...